Archivi mensili: dicembre 2016








Abbiamo dato il massimo per questo appuntamento referendario, e i risultati sono tutti positivi: oltre alla vittoria del NO e quindi al salvataggio dell’autonomia, soddisfano l’affluenza e il voto dei giovani! Abbiamo fatto la nostra parte senza risparmiarci, e siamo intenzionati a continuare per i nostri coetanei biellesi! #ReferendumCostituzionale #MGP #Biella

#ReferendumCostituzionale #MGP



Per Michele Mosca, segretario provinciale di Lega Nord, “ha vinto l’onestà della gente contro le bugie di Renzi. Il risultato ci fa piacere perchè rilancia il centrodestra anche a livello locale. C’è stata una battaglia comune per arrivare alla vittoria, è la fine del ‘renzismo’, un periodo buio per l’intero […]

Referendum: La gioia del centrodestra biellese









Oggi si vota NO perché: La riforma SVENDE L’ITALIA ALL’EUROPA. La “riforma” introduce in Costituzione clausole che subordinano l’Italia all’Unione Europea, oltre a non consentire agli italiani di esprimersi su trattati e temi riguardanti l’Europa e internazionali.   OGGI VOTA NO!   Per ulteriori informazioni sul referendum visita www.leganordbiella.com o […]

SVENDE L’ITALIA ALL’EUROPA


Oggi si vota NO perché: La riforma RIDUCE LA PARTECIPAZIONE DIRETTA DEI CITTADINI. La “riforma” triplica da 50mila a 150mila le firme necessarie per presentare disegni di legge di iniziativa popolare e rimanda ad una futura legge costituzionale i referendum propositivi. OGGI VOTA NO!   Per ulteriori informazioni sul referendum […]

RIDUCE LA PARTECIPAZIONE DIRETTA DEI CITTADINI




Oggi si vota NO perché: La riforma NON SEMPLIFICA IL BICAMERALISMO. Altro che eliminazione degli enti inutili! La “riforma” moltiplica i percorsi legislativi, creando maggiore confusione e conflitti di competenza tra Stato e Regioni tra Camera e Senato.   OGGI VOTA NO!   Per ulteriori informazioni sul referendum visita www.leganordbiella.com […]

NON SEMPLIFICA IL BICAMERALISMO






Oggi si vota NO perché: La riforma RESTITUISCE UNA COSTITUZIONE PASTICCIATA. La “riforma” rende sostanzialmente intoccabile la Costituzione: ogni modifica richiederà, infatti, il voto di una Camera e di un Senato eletti in tempi e con modalità diverse, e composti verosimilmente da maggioranze diverse.   OGGI VOTA NO!   Per […]

RESTITUISCE UNA COSTITUZIONE PASTICCIATA