Mosca: “Su Provincia bisogna smetterla di vivere alla giornata”


La lettera del segretario provinciale di Lega Nord sull’esposto del presidente Ramella

Accolgo con favore la decisione del Presidente Ramella di presentare un esposto alla Procura della Repubblica denunciando le condizioni in cui versa l’ente e la conseguente impossibilità di garantire i servizi ai cittadini. Le rassicurazioni avute dal Ministro Padoan circa la volontà di promulgare un Decreto Legge sugli Enti Locali che dovrebbe vedere la luce entro fine mese ed iniziare successivamente l’iter parlamentare per la conversione non è sufficiente per dare garanzie certe che permettano di affrontare il futuro con serenità.

Bisogna tuttavia smetterla di vivere alla giornata cercando di mettere assieme il pranzo con la cena, ci vuole il coraggio di dire che la Legge Del Rio non funziona e va abolita il prima possibile, qualsiasi provvedimento che non restituisca entrate proprie alle province sarà un palliativo e non porterà soluzioni funzionali che garantiscano i servizi ai cittadini. Come evidenziato i problemi si ripercuotono principalmente su manutenzioni stradali e scolastiche che sono ridotte al lumicino, la situazione sul medio termine non sarà più gestibile e pertanto deve essere affrontata con urgenza ed in maniera strutturale dal Governo.

Il problema è tutto politico: nonostante i proclami, il PD non ha nessuna intenzione di occuparsi dei territori, gli interessi di questo esecutivo nato per tirare a campare sono altri o forse, cosa più probabile non esistono, l’unico obiettivo è il 2018 e la pensione dei parlamentari. Credo che anche una manifestazione davanti al Parlamento, come vuole organizzare il presidente dell’UPI Variati sia totalmente inutile, servono le dimissioni di massa dei presidenti di provincia in modo da obbligare lo Stato, attraverso il commissariamento, ad assumersi la responsabilità del degrado in cui versano i territori.

Lega Nord, dopo la sconfitta al Referendum Costituzionale subita da Renzi nello scorso dicembre, ha presentato una proposta di Legge di riforma delle province che giace in qualche cassetto a testimonianza del disinteresse del Governo sulla sorte di questi enti e dei servizi che devono erogare ai cittadini per garantire loro la sicurezza, una situazione francamente insostenibile che sta passando nel totale silenzio dei rappresentanti istituzionali del PD.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *