Simonetti interroga il ministro dell’Interno


Blitz antidroga al centro d’accoglienza, Simonetti interroga il ministro dell’Interno.

Dopo l’operazione dei Carabinieri a Villa Ottino, il deputato leghista chiede quali azioni siano state adottate nei confronti dei migranti denunciati e ospitati nella struttura di Occhieppo Superiore

Il deputato leghista Roberto Simonetti ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno, Marco Minniti, sull’operazione condotta dai carabinieri presso Villa Ottino a Occhieppo Superiore.

Nel corso del blitz sono state rinvenute diverse dosi di stupefacenti che hanno portato alla denuncia di tre migranti, ospiti della struttura, di varie nazionalità. “La notizia desta particolare preoccupazione e allarme – afferma Simonetti nell’interrogazione – in quanto non si tratta di un fatto isolato, essendo stati denunciati già negli scorsi mesi, sempre per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, altri immigrati…la notizia del blitz antidroga nel centro d’accoglienza di Villa Ottino a Occhieppo Superiore ha scatenato legittime preoccupazioni tra i residenti e accese polemiche per quanto sta accadendo nel centro di accoglienza stesso e per gli episodi criminosi sempre più diffusi nel comune”.

Simonetti ricorda “la gravissima situazione a Occhieppo Superiore, secondo quanto disposto dall’ultimo bando della Prefettura per il 2017, è previsto un ulteriore aumento, di circa 125 unità, degli immigrati ospitati nel medesimo centro di accoglienza; anche la proposta del Sindaco, che vorrebbe semplicemente sostituire la struttura tramite l’adesione del Comune stesso ad un progetto SPRAR, distribuendo gli ospiti su tutta la Valle Elvo, non fa che spostare il problema creatosi a Occhieppo Superiore ed anzi, in mancanza di adeguate dotazioni alle forze dell’ordine per l’adozione di misure di contrasto e prevenzione dei reati, a diffonderlo sempre più su tutto il territorio provinciale”.

L’ex presidente della Provincia di Biella chiede “se il Ministro (Marco Minniti, ndr) audito sia a conoscenza del gravissimo episodio accaduto nel centro di accoglienza a Villa Ottino, in particolare, quali controlli siano disposti negli ultimi mesi al fine di prevenire i reati di cui sopra ed in particolare nel comune di Occhieppo Superiore e nel centro di accoglienza, quali azioni siano state adottate nei confronti degli immigrati, autori dei reati citati in premessa, e se gli stessi siano già stati destinatari di provvedimenti di allontanamento, immediata espulsione e rimpatrio, quali provvedimenti siano stati adottati nei confronti dei gestori della struttura e, data la gravità dei reati e della situazione creatasi nel comune, non ritenga opportuno procedere alla immediata chiusura del centro di accoglienza di cui in premessa”.

ARTICOLO COMPLETO SU NEWSBIELLA

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *